venerdì 14 dicembre 2012

Natale con classe

Ormai manca davvero poco al giorno di Natale e spesso parenti ed amici corrono al nostro tavolo soprattutto quando sveliamo un pranzo o una cena davvero squisita, per questa ragione girando in internet e tra i principali blog femminili ho scovato un articolo riguardante il bon-ton natalizio; così non solo apprezzeranno la nostra cucina ma potremo vantarci anche di una tavola perfettamente apparecchiata e con dei tocchi chic introvabili poichè creati da noi.
Ci vuole un pò di pazienza per fare tutto ciò, quindi nella mattinata del 24 vi consiglio di sequestrare la vostra migliore amica e di cacciare il vostro fidanzato o marito da casa in maniera tale da poter creare una serata in perfetto clima natalizio.
In primis parliamo della tovaglia, ovviamente la più fine sarebbe bianca e qui possiamo sbizzarrirci poichè potremmo creare dei fiocchi argentati o dorati da spillare alla tovaglia così le daremo un tocco in più, se poi vogliamo dare un tocco forte ed osare potremmo utilizzare una tovaglia classica natalizia rossa ma che non faccia troppo "tavolo da gioco" oppure blu.
Se scegliamo quest'ultima vi consiglio di acquistare dei glitter argentati o bianchi e creare una sorta di neve finta con del cotone, fa molto francese.
Per quanto riguarda i sottopiatti, in occasione delle feste dovrebbero sempre esserci, al di sopra si sistema poi il piatto piano ed il piatto fondo. Il piatto fondo inoltre andrebbe usato solo se per la cena avete preparato un buon brodo, mentre i primi asciutti diciamo vanno sempre serviti nel piatto piano. Le forchette vanno sempre sistemate a sinistra ed i coltelli con un eventuale cucchiaio vanno a destra.
Le forchette dovranno avere le punte verso l'alto questo vale anche per il cucchiaio mentre il coltello deve ASSOLUTAMENTE avere la lama rivolta verso il piatto.
Il tovagliolo però è il vero dilemma della tavola, solitamente si sistema a sinistra del piatto ma per queste festività il tovagliolo potrebbe essere uno spunto di decorazione come per esempio poggiarlo al di sopra del piatto con un segna posto.
I bicchieri andranno in alto a destra, bicchiere per vino ed acqua chiaramente. 
Inoltre ci consigliano di non mettere troppe posate o troppi bicchieri ma piuttosto cambiarle alla fine delle portate. E le posate per il dolce si sistemano sopra al piatto come nella foto. 

Ringraziamo Robadadonne per i consigli! 
Ci conviene metterci subito al lavoro per cercare dei bellissimi piatti,tovaglie e bicchieri e magari qualche piccola decorazione che renda unica la nostra tavola.

Se vi siete stancate del rosso o del bianco, vi do un ulteriore mio consiglio: potete azzardare ad una scala di verde con decorazioni rosse, oppure un grigio chiarissimo con dei piatti rosa antico.

Diteci come apparecchiate e soprattutto buon Natale! 

lunedì 10 dicembre 2012

Brownies


l brownies, detto anche "chocolate brownies", è una torta al cioccolato chiamata così per via del suo colore scuro (brown, marrone) è un dessert molto popolare, è perfetto come spuntino o merenda, è stracolmo di cioccolato ma questi sono dettagli. Anche i brownies come tutti i dolci hanno una storia e qui si parla di un cuoco sbadato che dimenticò il lievito nella torta al cioccolato, mentre un'altra storia racconta che Bertha Palmer desiderava un dolce che non le sporcasse le mani e che potesse riporre nelle scatole da pranzo. 
Chiunque abbia inventato questi dolci deve essere santificato subito perchè sono davvero golosi,semplici e poi soddisfano ogni desiderio; e poi se vogliamo dirla tutta danno un tocco americano che fa davvero stile. 

Ingredienti: 
270gr di cioccolato fondente
220gr di zucchero di canna
160gr di burro
220gr di farina
4 uova
60gr di zucchero bianco
1 bustina di vanillina
1 bustina e 1/2 di lievito per dolci

Sciogliete a bagno maria o al microonde il cioccolato ed il burro; mentre la miscela si fonde e si raffredda, prendere una ciotola capiente e mescolare le uova intere con lo zucchero.
Unire il cioccolato e burro con le uova e zucchero preparate pocoprima, poi versare man mano poco lievito,farina e vanillina ,mescolare bene l'impasto di modo che non vi siano dei grumi. Secondo la tradizione americana inoltre nell'impasto vengono aggiunte noci e nocciole, qui sta a voi se sgravare o meno. 
Preparate due teglie imburrate e riempitele con l'impasto in modo omogeneo. Le teglie vanno infornate a 180° per circa 20 minuti, a scadere del tempo abbassate la temperatura a 150° e fateli cuocere per altri 15 minuti. Per sapere quando sfornare i brownies inserire uno stuzzicadenti di legno al centro della teglia: se esso esce pulito allora il dolce è pronto. Lasciate raffreddare e poi tagliate a quadrettoni e spolverate con zucchero a velo. 
Se poi avete delle formine potete dargli le forme che più desiderate, come cuori  o fiori o sotto il Natale potete utilizzare le tipiche formine con alberi e stelle. 


domenica 2 dicembre 2012

Più comodità per noi.

C'è chi le usa per correre, chi per andare a scuola, c'è anche chi le consuma portandole quasi sempre e non può farne a meno, ebbene sì, parliamo proprio delle sneaker!




Ormai sono talmente usate da tutti, che anche le star non possono fare a meno di portarle anche sul red carpet, abbinandole ad eleganti abiti, dando un tocco di contrasto e ribellione.



Diciamocelo, le sneaker sono molto più comode e rilassanti delle décolleté, perché abolirle per certe occasioni?





Non è molto meglio poter mettere in mostra ogni tipo di sneaker di mille colori e mille forme?
Sbizzarriamoci e corriamo dietro la moda, con le sneaker ai piedi possiamo permettercelo!


giovedì 29 novembre 2012

Bagel.

Portiamo un po' di New York, anche qui!
Se vi sentite americani dentro e volete essere tradizionali, non potrete non assaggiare i buonissimi bagel, oppure prepararli.
Di solito si mangiano con dentro cream cheese e salmone affumicato, burro e aringhe, pastrami (una specie di arrosto di manzo o tacchino) e insalata.
A Milano, ormai, i negozi dei "The bagel factor" sono tre e farciscono a vostro piacimento come i migliori bagel americani.
Nel Giorno del Ringraziamento si usa sperimentare nuovi ingredienti da mettere in mezzo al bagel e, da quel giorno, è diventato noto il bagel a base di tacchino, Brie, cavolo bianco, senape e qualche goccia di cranberry souce.



La ricetta dei bagel è un po' difficile, ma vale la pena provare, quindi ve la lascio qui.

Ingredienti per 15 bagel:
1 kg di farina bianca forte, più quella per impastare
1 cucchiaio di sale
7 g (1 bustina) di lievito solubile o 15 g di lievito fresco
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di olio vegetale, più quello per ungere
500 ml di acqua calda, più altra se serve
2 cucchiai di malto (acquistabile nei negozi biologici come in erboristeria) o di zucchero, per bollire i bagel
2 – 3 teglie da forno, unte o imburrata


Mescolate la farina, il sale e il lievito in una ciotola capiente; unite lo zucchero e l’olio all’acqua. Create una fontana al centro degli ingredienti asciutti e unite il liquido, mescolando con una spatola o con un cucchiaio di legno fino a ottenere un impasto. 
Impastatelo a mano o con il gancio per impastare, cercando di aggiungere ancora farina se ti riesce. Di solito gli impasti devono essere il più morbidi possibili, ma qui va bene se l’impasto è un po’ più asciutto.
L’impasto sarà molto duro e faticoso da lavorare, ma continuate a impastare fino a ottenere un composto molto liscio ed elastico; anche con il mixer e il gancio per impastare ci vogliono circa 10 minuti.
Formate una palla, mettetela in una ciotola oliata, girando la palla per rivestirla bene, poi coprite la ciotola con la pellicola e lasciate lievitare l’impasto per circa un’ora.
Dovrebbe essere bello gonfio e se lo premete con un dito dovrebbe rimanere l’impronta. Ora fate afflosciare l’impasto prendendolo letteralmente a pugni, impastatelo di nuovo per bene e dividetelo in tre parti. Con le mani forma tre cordicelle e tagliate ciascuna in 5 pezzi.



Lavorate i pezzi tra le mani fino a ottenere delle palline, quindi formate di nuovo delle cordicelle e chiudetele a cerchio formando una ciambellina. Sigillate le estremità sovrapponendole leggermente e premendole con le dita. A questo punto potete mettere sul fuoco una pentola d’acqua; quando bolle unite il malto o lo zucchero.
Adagiate i bagel sulle teglie, copriteli con dei canovacci e lasciateli riposare per circa 20 minuti, trascorsi i quali dovrebbero essere gonfi.
Per finire riscaldate il forno a 240°C o alla temperatura massima che il vostro forno può raggiungere.
Gustatevi i migliori bagel mai mangiati prima! :-)

mercoledì 28 novembre 2012

Ladurée e i macarons

Se riuscite a farli a casa perfetti quasi come Ladurée allora potete dire di aver raggiunto la perfezione: parlo dei macarons raffinati dolcetti francesi composti da due dischi di meringa e mandorle con all'interno una crema soffice al gusto del macaron stesso. Richiedono molta pazienza e cura ma quando avrete terminato ed il giorno dopo li gusterete davanti ad un the inglese ne sarete ricompensate.
Dunque questi magnifici dolcetti fanno parte della storia francese,vi scrivo qualcosa a riguardo: la storia dei macarons risale al XVI secolo, questi pasticcini vennero importati dall’Italia (ebbene si, sono di origine italiana!) alla Francia da Caterina de Medici. La ricetta del macaron si diffuse molto rapidamente e il pasticcino fu dolce di corte sin dal 1682, oltre ad essere il dolce preferito di Maria Antonietta.Arriviamo quindi al 1862, anno in cui viene fondata la pasticceria Ladurée che si specializza proprio nei macaron, diventati suo prodotto-simbolo. Vi assicuro che i macarons sono quanto di più “gourmand” ci sia, non solo per il loro sapore e per la particolarità dei gusti ma anche per gli occhi: le vetrine delle pasticcerie parigine sono delle vere e proprie opere d’arte!

Ingredienti:
250gr di zucchero a velo
275gr di farina di mandorle
7 albumi
210gr di zucchero
colorante in polvere (si trova al supermercato senza problemi, ve lo consiglio in polvere non liquido)
Per la ganache:
290gr di cioccolato fondente
270gr di panna fresca

Chiaramente potete inserire la crema che preferite, come per esempio la panna e vi do uno scoop dalle vetrine di Ladurée: crea dei fantastici macaron alla fragola quindi con del colorante rosa, con la panna all'interno e dei pezzi di fragola come una sorta di sandwich. 

Montare a neve gli albumi con lo zucchero semolato, unire le mandorle precedentemente setacciate con lo zucchero a velo e quando il tutto è incorporato aggiungere un albume crudo per smontare un pò l'impasto.
Integliare con la sac-à-poche dei dischi di 4 cm circa e lasciateli riposare per 30 minuti fino a che la superficie non si secca (toccateli leggermente con le dita).
Infornare per 15 minuti a 150°, raffreddati si farciscono e si lasciano riposare in frigo per una notte, così che la crema possa ammorbidire anche il macaron stesso.
Ed ora vi lascio i mille gusti dei macarons di Ladurée:


Liquore al cioccolato

Vi chiederete perchè vi propongo questa ricetta golosa, ve lo svelo subito: è un ottimo fine-pasto e un magnifico regalo per gli ospiti che verranno alla nostra cena magari di Natale e Capodanno.
Inoltre è al cioccolato ovviamente c'è la presenza di alcool ma potreste fare una bottiglia piccolina per i vostri bimbi eliminando l'alcool.
Inoltre potete magari acquistare delle bottiglie piccole da addobbare con della pittura per vetri con un fiocchetto ed un biglietto simpatico e personalizzato credo sia un regalo perfetto anche per una cena con le amiche, così non torneranno nei momenti più bui a rubarvi il vostro liquore cioccolatoso.

Ingredienti: 
1L  di latte intero
700gr di zucchero
1 bustina di vanillina
160gr di cacao amaro
300ml di alcool

Consiglio: Potete sostituire l'alcool al Rum, oppure fare metà alcool e metà rum. Sarà delizioso.

Fate intiepidire il latte ma solo leggermente,poi spegnete il fuoco e aggiungete lo zucchero, la vanillina ed il cacao setacciandolo anche se i grumi si formeranno lo stesso; mescolate con un cucchiaio di legno a fuoco basso per circa 30 minuti senza arrivare mai ad ebollizione.
Quando il composto sarà ben freddo aggiungete l'alcool e continuate a mescolare per bene, aiutandovi con un imbuto versate il liquore nelle piccole bottiglie di vetro. 
Preparatele circa 10 giorni prima di donarli ai vostri amici, perchè deve essere shakerato ogni giorno, circa due volte al giorno perchè il cacao tende ad adagiarsi sul fondo della bottiglia.
Adornatele con un fiocco e dei bigliettini personalizzati ed ecco a voi un possibile regalo natalizio fatto in casa.
Sono certa che apprezzeranno davvero moltissimo grandi e piccini, ma senza alcool sia chiaro! 

L'altra storia di noi

Buongiorno a tutti lettori del blog, perchè ci sono dei lettori vero? Iu-hu?
In ogni caso parlo spesso da sola quindi al massimo mi consiglio un libro da sola; eh già, ho voglia di consigliarvi un libro che in realtà io non ho ancora terminato per colpa della mia migliore amica che lo tiene gelosamente fra le sue dita troppo grassottelle.
"L'altra storia di noi". Questo libro sfata il fatto che una donna non sia capace di rimanere stabile con una persona nemmeno con le sue simili e forse Carrie & co. non ci sono bastate a farcelo ficcare bene nella testolina.
Loro sono Addie e Valerie che nel lontano 1983 all'età di soli 9 anni si sono guardate, si sono scelte e si sono giurate amicizia eterna.
Purtroppo però i loro grandi piani e progetti per il futuro si sono distrutti per colpa di un brutto episodio liceale e quindi molto stupido e forse immaturo e per questa motivazione le due best friend forever si sono separate.
Addie, trascorre un breve periodo nella Big Apple per poi tornare nella città natale a soccorrere il fratello invalido e la madre malata. E come se non bastasse si porta dietro anche la "disgrazia" di un uomo.
Valerie invece, donna in carriera, icona di stile: giornalista e si divide fra brunch e corteggiatori.
Le vite delle due giovai donne sono destinate ad intrecciarsi nuovamente quando la mora Valerie bussa alla porta di Addie bisognosa d'aiuto.
E quando si tratta della tua migliore amica che sia ex o non, come si fa a non aiutarla?

Per entrambe è il momento di lasciarsi il passato alle spalle, insieme proveranno a ricostruire il loro rapporto e sempre insieme vivranno una nuova avventura molto fuori dagli schemi.

"E poi si sa, esistono legami indissolubili che neanche il tempo può spezzare."

E' un gran bel libro che si divide fra flashback delle due amiche e ritorni al presente con la nuova avventura, non è troppo mieloso come si può pensare, a volte duro e forte nelle immagini che si descrivono ma un vero gran bel libro.

Le due torneranno ad essere le BEST FRIEND FOREVER di allora? 



martedì 27 novembre 2012

Topoline

Le abbiamo viste ai piedi di grandissime celebrità, le ballerine a forma di gatto o di topolino conquistano tutti quanti con il loro faccino tenero e la loro simpatia. Eh già perchè indossarle fa davvero sorridere.
Chiaramente queste ballerine sono state lanciate da Marc Jacobs e sono davvero un misto fra il bon ton e il look aggressivo grazie alle borchie.
Ho deciso appunto di scrivervi il tutorial proprio di queste magnifiche ballerine, potrete ricrearle con pochissimi elementi a poco prezzo inoltre perchè come ben sappiamo, acquistare da Marc Jacobs non è acquistare da una bancarella vintage a Porta Portese. 
Tuffatevi dentro gli armadi e cercate le vostre ballerine nere semplicissime, "acquistate" un pò di fantasia e questo sarà il mix perfetto per avere tutti gli occhi sui vostri piedi. 

Avete bisogno di circa 20 borchie coniche ,22 borchie piatte, 14 borchie piccole, colla, ritagli di pelle, un paio di ballerine rigorosamente nere.Le borchie le potete trovare in merceria oppure dai calzolai quelli più forniti.

Cominciate decorando il bordo delle ballerine. Partite dal centro e alternate una borchia conica ad una piatta seguendo tutto l'orlo della scarpa. Distanziate le borchie di circa 2cm e mezzo fra di loro.Versate una goccia di colla per incollarle (utilizzate le migliori colle in commercio).
Per applicare le classiche borchie con i dentini basterà premerle sulla pelle per forarla, richiudete poi i dentini all'interno della scarpa per fissarle.
Piegate a metà un pezzo di ritaglio di pelle per creare delle piccole orecchie, ne create quattro esattamente.
Realizziamo poi il muso del topolino sulla punta della ballerina: inserite due borchie per fare gli occhi e utilizzate le borchie piccole per fare il musetto ed incollatele proprio come nella foto qui sotto:
Ed ecco a voi pronte le ballerine topoline, sarete davvero alla moda con pochissimi euro. 
Io corro a comprarmi le ballerine nere e poi a creare questi simpatici topolini che non hanno bisogno del formaggio. 


Rotolo di meringa e panna

Mi dissocio da questa ricetta troppo piena di calorie e grassi ma lo faccio per la mia migliore amica nonchè colei che scrive in questo blog insieme a me e quindi vi propongo questa ricetta.
Se avete appena concluso una dieta e avete voglia di dolci, beh una fetta di questo rotolo è proprio ciò che vi serve; altrimenti siate pronte a svegliarvi piene di bollicine sul viso a causa dei troppi zuccheri ma c'è da dire che noi donne ogni tanto ne abbiamo proprio bisogno.

Ingredienti:
3 albumi
4,5dl di panna fresca
sale q.b
250gr di zucchero semolato
zucchero vanigliato q.b
150gr di cioccolato fondente

Montate gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale, usando la frusta elettrica e incorporando a poco a poco 180g di zucchero semolato, in modo da ottenere un composto per meringa molto sodo.
Foderate la placca con carta da forno e spalmate la meringa in uno strato uniforme. Infornatela per 15 minuti a 200°, abbassate la temperatura a 160° e proseguite con la cottura per altri 15 minuti.
Deve risultare soda, capovolgete la meringa su un foglio di carta da forno, eliminate la carta usata in cottura e fate intiepidire.
Montate 2,5dl di panna con 30gr di zucchero semolato, spalmate la panna sulla meringa e arrotolate il dolce, aiutandovi con la carta da forno sottostante. Avvolgete delicatamente il rotolo nella carta da forno e trasferitelo in frigorifero per 2 ore. Fate fondere il cioccolato a pezzetti a bagnomaria con 1 cucchiaino di zucchero vanigliato, 40gr di zucchero semolato e 2dl di panna rimasti. Estraete il rotolo della carta da forno, tagliatelo a fette piuttosto spesse e servitelo con la salsina di cioccolato tiepida.
Potete riempirlo con del cioccolato come questo qui sopra, oltre alla panna chiaramente giusto per rimanere in forma (dopo vi consiglio circa 50 addominali). 
Oppure in periodo di fragole potete unirle a pezzetti nella panna così da farlo sembrare leggermente più salutare.

Provatelo e diteci com'è, se lo faremo metteremo le foto reali. 






Abete di Natale.

Continuiamo con le ricette fantasiose di Natale, con tutte queste dolcezze, abbiamo proprio l'imbarazzo della scelta!
Questa volta vi darò la ricetta di un abete di Natale che sarà impossibile non essere mangiato da tutti.



Ingredienti:
7 Mars
150 g burro
2 cucchiai latte
250 g riso soffiato
Smarties o Marshmallows


 
Iniziate tagliando a pezzi i Mars e 150 g di burro, oppure di margarina, metteteli in una casseruola con 2 cucchiai di latte.
Fate sciogliere tutto a fuoco basso, mescolando con un cucchiaio di legno, fino a quando il composto risulterà perfettamente omogeneo.
Dopo di che spegnete la fiamma e cominciate a versare 250 g di riso soffiato, continuando a mescolare. Quando il composto si è amalgamato, toglietelo dal fuoco.
Distribuite il composto in uno stampo a forma di albero di Natale e comprimetelo con un cucchiaio, per compattarlo.
Lasciate freddare per circa 2 ore, capovolgete lo stampo su un piatto grande, per finire divertitevi a decorare con confettini colorati tipo Smarties o con le caramelle Marshmallows usando la fantasia e buon appetito!

Biscottini glassati di Natale.

A Natale si mangia tanto, ma molte volte non sappiamo come, le cose che mangiamo, sono state preparate, per questo oggi ho pensato di darvi una ricetta facile e semplice da fare, i biscottini glassati!



Ingredienti:
200 g farina
300 g zucchero a velo
un cucchiaino di  spezie  miste (cannella, noce moscata, chiodi di garofano)
1 uovo
100 g di  burro
1 albume
succo di limone



Per cominciare, frullate nel  mixer la farina con 40 g di zucchero a velo, un cucchiaino di  spezie miste (cannella, noce moscata, chiodi di garofano) e 100 g di  burro fino ad avere come risultato un composto a briciole.
Proseguite aggiungendo un uovo,  impastate ancora fino a ottenere una palla di pasta compatta e fatela  riposare per 30 minuti nella pellicola per alimenti.
Stendetela in una  sfoglia dello spessore di 4-5 mm, poi incidete tanti biscotti a forma di  stella e di fiocco di neve e infornateli per 15-20 minuti.
Intanto,  lavorate con un cucchiaio di legno per 5 minuti 250 g di zucchero a velo  con un albume, unite 3-4 gocce di succo di limone e mescolate finché aderirà al cucchiaio, quando saranno pronti, dovrete solo spennellare i biscotti freddi con la glassa preparata e fate asciugare.



A questo punto posso solo augurarvi un gustoso pomeriggio di dolcezza natalizia!

lunedì 26 novembre 2012

Biscotti con la sorpresa

I biscotti con la sorpresa e non con la soppresSa mi raccomando. Sono dei simpatici biscottini da accompagnare ad una cioccolata calda o al the oppure da gustare il pomeriggio di fronte alla televisione.
Sono molto gustosi e semplici da preparare inoltre si può variare il cioccolato alla marmellata.

Ingredienti: (circa 12 biscotti)
350gr di farina
125gr di burro
125gr di zucchero
2 tuorli
un uovo
buccia d'arancia o di limone

Per il ripieno:
200g di pan di spagna (quello che si compra al supermercato)
un cucchiaino di cacao
un cucchiaino di zucchero a velo
50gr di granella di nocciole
70ml di latte

Lavorate la farina ed il burro fino ad ottenere un impasto bricioloso, al centro mettete lo zucchero, i tuorli, l'uovo intero e la buccia di limone/arancia.
Impastare gli ingredienti al centro e incorporare a poco a poco la farina, lavorate l'impasto fino ad ottenere un composto omogeneo.Avvolgete nella pellicola trasparente e lasciare riposare la past frolla in frigo per mezz'ora buona.
In un'altra terrina mescolate tutti gli ingredienti del ripieno, la quantità del latte è abbastanza indicativa dovrete ottenere un impasto malleabile con le mani.
Stendete la pasta frolla con il mattarello e ricavatene delle circonferenze, verso la metà del "cerchio-biscotto" mettete un cucchiaio di composto leggermente schiacciata.
coprire i biscotti con l'altra metà della pasta frolla a ricoprirlo, se fa molto caldo metteteli in frigo mezz'ora e poi infornateli. Spennellateli con del latte o con dell'albume avanzato. Cuocete i biscotti in forno a 180° per circa 15-20 minuti.
Questo è il risultato dei vostri biscotti ripieni,sono davvero molto buoni e poi potete dargli le forme che più vi piacciono, magari anche natalizie. Che ne pensate?